Parliamo con LEGO di stampa 3D

lego-2La domanda da un milione (anzi probabilmente un miliardo) di dollari: cosa farà LEGO con le possibilità offerte dalla stampa 3D? Inizierà a vendere i modelli digitali (esponendosi così al rischio di pirateria delle sue proprietà) andando ad aprire un mercato completamente nuovo in termini di target ma anche di utenza potenziale? Oppure farà resistenza puntando esclusivamente sul suo modello di business tradizionale?

Negli anni la LEGO ha dimostrato di sapersi reinventare alla grande, crescendo sempre di più anche in un momento in cui i videogiochi e l’intrattenimento virtuale rischiava di portar via milioni di possibili clienti. Invece LEGO ha abbracciato i videogiochi e il digitale in generale, oltre al trend del licensing di proprietà intellettuali cinematografiche o animate. E ha avuto ragione. Il suo business è cresciuto enormemente e i alcuni dei videogiochi con protagonisti i personaggi in LEGO hanno avuto un enorme successo di pubblico e critica, vendendo anche milioni di copie. A parte la sfortunata parentesi di LEGO World, un mondo virtuale online, l’azienda ha lanciato anche LEGO digital Designer, che in pratica è un avanzato software gratuito di modellazione 3D con i mattoncini LEGO. Permette agli utenti di trasformare qui modelli 3D in file stampabili in 3D è un attimo ma significherebbe tantissimo. Gli utenti impareranno a farlo comunque, sarà curioso capire come reagirà l’azienda danese. Quindi, per portarci avanti, gliel’abbiamo chiesto. Ci ha gentilmente e puntualmente risposto Roar Rude Trangbæk, Press Officer/Pressechef, External Media Relations del Gruppo.

Q: [What are] LEGO policies  on  the use of 3D printing processes to make its products?
We believe that 3D printing is a very interesting technology, which is also well known by the LEGO Group. For example we are using different types of 3D printing to develop prototypes for new LEGO elements.

Q: Does LEGO see a real potential in home 3D printing technologies for its products (for example by printing the models created with LEGO digital creator online software?
Currently we do not see 3D printing as a viable replacement the moulded LEGO elements of today due to the fact that we have very strict demands for the quality, durability and safety of our products, and 3D printing does not currently live up to these requirements. In addition there is a high production cost involved which currently does not make it commercially interesting for us – exempt for prototyping purposes. As an example we moulded more than 45 billion LEGO elements in 2012.

Q: Is the sale of digital printable models considered to be a strategic or a viable future business?
We do not comment on potential future business opportunities – but as mentioned above, currently we do not see it as a replacement for moulded LEGO elements.

Q: How will LEGO act to protect its intellectual properties from illicit 3D printed copies of its products?
Naturally we welcome fair competition, which we believe is good for us, the consumers and the toy industry as a whole. But when it comes to unfair competition, we have always, and will continue to protect our copyrights, trademarks, patents and/or intellectual properties. This means that we monitor how 3D printing it is used commercially, and we will take any actions necessary to safeguard these rights – also in order to ensure that consumers are able to distinguish when they buy a high quality LEGO  product – and when they are  buying something else.

lego-1

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...