La strada per la Coppa del Mondo è stampata in 3D

Beast-prototypePremessa: non ci crediamo. Non crediamo che l’Italia possa rivincere la Coppa del Mondo a soli 8 anni dall’ultimo trionfo e non ci crediamo soprattutto perché la l’Italia che l’ha vinta, soffrendo, all’ultimo rigore, aveva in squadra 11 campioni maturi del calibro di Buffon e Pirlo nel pieno dei loro anni, Cannavaro, Del Piero, Totti, Toni mentre questa ha dentro i vari De Sciglio, Darmian e altri giovani semisconosciuti. Inoltre c’è la storia dei 12 anni: dal 1970 ogni 3 mondiali l’Italia va in finale e ogni 6 mondiali vince: ciò significa che ci tocca aspettare almeno Mosca 2018 e che quest’anno possiamo al massimo ambire alla semifinale, che sarebbe comunque un risultato di tutto rispetto.

Per essere sicuri di arrivarci – e magari anche per sfatare questa tradizione comunque favorevole – il CT Prandelli e la FIGC si sono rivolti a una start-up italiana chiamata Beast Technologies e Beast Technologies si è rivolta alla stampa 3D e per la precisione al servizio di stampa 3D di Sculpteo. Attraverso il supporto del Politecnico di Milano e l’incubatore Polihub , la start up di Brescia, fondata da tre ingegneri aerospaziali, ha sviluppato sviluppate “Beast”, un fitness tracker in grado di registrare le performance a aiutare a migliore le prestazioni.

Beast TechnologiesIl sensore wireless utilizza ben 20 diversi parametri (da forza e velocità a postura e ipertrofia) applicandoli a diversi tipi di esercizi, compresi gli allenamenti in anaerobici in palestra e quelli sul campo di calcio. Il sensore è racchiuso in un contenitore magnetico e può essere facilmente applicato ai pesi o clippato sull’abbigliamento sportivo (pesa solo 30 grammi) .

Beast inviare i dati automaticamente a un sistema iOS (la versione Android è attualmente in fase di sviluppo) attraverso la propria App e quindi invia tutti i dati al cloud attraverso una connessione 3G o Wi- Fi. Tutti i dati possono poi essere consultati e analizzati attraverso qualsiasi computer.

Grazie a Sculpteo Beast Technologies ha realizzato il prototipo. L’azienda francese li ha aiutati anche a realizzare la prima piccola serie, destinata alla squadra nazionale italiana: un vero e proprio atto disinteressato da parte di Sculpteo, vista la forte rivalità calcistica, sentita su entrambi i lati delle Alpi .

beast“Prima di entrare in contatto con Sculpteo, avevamo cercato di usare una stampante 3D FDM, ma la precisione era insufficiente e gli involucri che abbiamo prodotto non garantivano standard di qualità sufficientemente elevati”, dice il co-fondatore Ernst-Vittorio Haendler.” Le prime stampe che abbiamo ricevuto da Sculpteo ci hanno sorpreso e ci siamo resi conto che potevamo usare il loro servizio Batch-Control per produrre non solo i nostri prototipi, ma anche una prima serie breve.”

Dopo aver firmato l’accordo con la FIGC, Beast Technologies ora punta alla produzione di massa e ha lanciato una campagna di crowd-funding da 60,000 euro sul sito Indiegogo. In caso di successo, i finanziatori possono aspettarsi di ricevere Beast ad un prezzo finale di 249 dollari per le versioni stampate a iniezione. Le versioni Batch Control stampate in 3D costano 349 dollari e saranno disponibile a partire da agosto. In tempo per iniziare la preparazione per Champions e Campionato.

Ecco come si presentano l’App e il software di Beast Technologies

Questi sono i parametri che Beast è in grado di rilevare, registrare e valutare.

Stampa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...