Studente inglese stampa in 3D un concept per le abitazioni “Voronoi” del futuro

Le nuove generazioni sapranno come sfruttare al meglio le possibilità offerte dalla stampa 3D, semplicemente perché non sono come condizionate dai limiti dei tradizionali mezzi di produzione. Attraverso il progetto Stay Plastic, Renjie Huang, uno studente di architettura del Royal College of Art di Londra, ci offre un’anteprima di quello che queste generazioni future saranno in grado di ottenere attraverso un affascinante studio concettuale di abitazioni generative che implementano una geometria Voronoi, interamente stampate in 3D usando plastica riciclata.

render

Il progetto riunisce in sé alcune delle più idee avanzate sia in termini di tecnologia che di consapevolezza generale. È infatti interessante notare che l’idea non è resa solo attraverso alcuni splendide immagini e render digitali in 3D ma è stata anche “prototipata” e rese a fisica, attraverso l’uso di una stampante 3D FDM Delta

Il concept di Huang vuole essere uno studio su come, attraverso le tecnologie emergenti di stampa 3D,  sia possibile concepire un’architettura completamente costruita con plastica riciclata. Ciò porterebbe l’uso della plastica come materiale da costruzione ad un altro livello rispetto a progetti attuali, come la celebre 3D Canal House di Amsterdam. Tradurre questo progetto in realtà richiederebbe enormi quantità di plastica e sarebbe fattibile solo attraverso l’implementazione di nuovi strumenti, più pratici ed efficienti, per riciclare le enormi quantità di plastica che vengono sprecate in tutto il mondo ogni giorno.

3D printed

Secondo i dati presentati, vengono usate più di 15.000.000 bottiglie di plastica al giorno solo in Gran Bretagna, ma solo il 50% viene riciclato. Allo stesso tempo, i prezzi del petrolio hanno spinto il prezzo della plastica riciclata verso un incremento del 300% negli ultimi dieci anni. La necessità di riciclare la plastica andrebbe così abbinata alla necessità di concepire nuovi metodi di costruzione edilizia.

“Nel mondo delle costruzioni – Huang scrive nella presentazione del progetto – la fabbricazione additiva su larga scala è stata in gran parte concepita come strumento per replicare i modelli architettonici convenzionali, ignorando le possibilità offerte dal materiale e dal processo … Stay Plastic propone un processo di costruzione che si differenzia dalle tecniche di lavorazione tradizionali: il progetto è guidato da un’intricata stratificazione sequenziale che permette di ridurre la minimo l’uso di materiali senza sacrificare la generosità degli spazi abitativi”.

long section

L’idea è quella di realizzare una geometria Voronoi generativa per creare un sistema modulare che possa essere stampato in 3D attraverso bracci mobili di dimensioni industriali. Un tale schema potrebbe trasformare il Centro di Riciclaggio sull’Eestern Riverside del Tamigi in una serie di blocchi abitativi, interamente costruiti in materiale plastico. L’effettivo punteggio LEED di una tale costruzione dovrà essere valutata in un secondo momento ma il suo impatto visivo è già impressionante.

concept

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...