Dalla moda alle supercar, Skorpion Engineering rivela i suoi segreti 

Sono sempre stupito da quanto sia già diffuso l’uso della stampa 3D a livello professionale in Italia. Quasi ogni giorno scopro nuove aziende che non conoscevo e che hanno operato nel settore della prototipazione rapida per anni. Queste aziende hanno la capacità di creare componenti finali e prototipi funzionanti per alcuni dei marchi più noti al mondo. Skorpion Engineering è una di queste società.

Skorpion Eng11

Fondata da Italo Moriggi, che in passato ha contribuito a portare Materialise in Italia, l’azienda con sede a Milano San Felice (Segrate, Milano) lavora per lo più con marchi come Lamborghini (il loro cliente principale), Ferrari, Mercedes e Ducati nel settore automobilistico, per lo sviluppo di componenti per concept cars e prototipi perfettamente funzionanti. La società ha anche un’altra “anima” e sviluppa per marchi di moda come Gucci, Fendi e Bottega Veneta gli allestimenti per vetrine particolarmente ricercate e uniche.

Skorpion Eng13

Grazie alla sua struttura internazionale, che comprende una fabbrica in Portogallo e centri di produzione a Torino, in Austria e a Milano (oltre a un ufficio commerciale in Germania), Skorpion implementa tutte le principali tecnologie di stampa 3D, tra cui SLS, POLYJET ed FDM. L’SLA è offerta attraverso la propria versione del Mammoth di Materialise, vale a dire l’azienda è in grado di fornire modelli stampanti in 3D in resina stampata di dimensioni fino a 2000x1000x1000 mm (cioè due metri cubi), utilizzando i propri materiali, sviluppati internamente. Questi, Italo Moriggi mi assicura, offrono altissime prestazioni e includono il NewWhite, l’ABS-like, il trasparente e la resine resiste alle alte temperature.

Copia di feature 10

“Il nostro ruolo è quello di capire ciò di cui una società ha bisogno e seguirli dal co-design lungo tutto il percorso fino alla produzione,” mi racconta Moriggi quando lo incontro nella loro sede di Milano. “Siamo in grado di mescolare le tecnologie e suggerire il miglior modo di agire, applicando tra l’altro una vasta gamma di finiture diverse, cosa che molti sembrano tralasciare.”

Skorpion Eng10

Attraversando la sede di Skorpion non si può fare a meno di notare i molti oggetti innovativi e modelli di supercar in miniatura, da quello di Mercedeses (che mi è stato permesso di fotografare) a quello di Lamborghini (che invece non ho potuto fotografare). Entrambi sono stati stampati in quello che immagino essere una scala 1: 5, come singoli oggetti, all’interno delle gigantesche stampanti 3D SLA, integrando all’interno una struttura geometrica complessa che ne ottimizza l’integrità, riducendo al minimo la quantità di materiale utilizzato e quindi il peso e il costo.

SLA mercedes

Nel laboratorio vedo una grossa Objet 350 al lavoro, oltre a un paio di costosi scanner 3D a contatto, così come alcune frese a controllo numerico. “Insieme con la nostra attività di co-desgin, i nostri principali servizi a valore aggiunto sono la profonda conoscenza dei materiali migliori, sia per la stampa 3D che per gli aspetti di finitura, che abbiamo brevettato appositamente per grandi oggetti funzionali, robusti e di grandi dimensioni,” dice Moriggi. Ciò significa che l’azienda ha le capacità tecniche e il know how per fresare un’intera concept car e può applicare finiture che vanno dal legno alla pittura e alla placcatura metalizzata.

objet

Skorpion ha sviluppato processi di finitura che possono addirittura incrementare le proprietà meccaniche dei componenti stampati. per esempio, insieme con lo studio di design automobilistico Pininfarina, ha creato l’ala posteriore sulla nuova Ferrari F60 America (di cui ne sono state prodotte solo 10), mediante l’attuazione di un processo che vede la parte ricoperta dall’applicazione di fibre di carbonio in autoclave (una camera ad alta pressione).

Skorpion Eng05

Un altro settore particolarmente interessante è il campo medico, dove l’azienda offre la sua versione del servizio HeartPrint di Materialise. “Riceviamo i dati DICOMM e siamo in grado di progettare rapidamente un modello del cuore,” mi racconta Moriggi. “Siamo una delle poche aziende – o forse l’unica – in grado di fornire modelli di cuore stampati in 3D entro quattro giorni dal momento in cui riceviamo i dati del paziente. Attualmente forniamo questo servizio per l’ospedale San Raffaele di Milano, nel quadro di un regolamento europeo che impone ai chirurghi di studiare un modello fisico prima di eseguire un’operazione cardiaca.”

heart

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...