Microsoft annuncia gli HoloLens con un tocco di Stampa 3D

Oggi Microsoft ha tenuto una conferenza per annunciare una serie di notizie sul nuovo sistema operativo Windows 10, ma tutti gli occhi erano, letteralmente, sulle HoloLens, che in un certo senso rappresentano la risposta della società ai Google Glasses e all’Oculus Rift di Facebook. Guardando la cosa da un altro punto di vista, però, sono anche molto di più, e non solo per le possibili applicazioni nella stampa 3D mostrate nel video introduttivo.

Gli HoloLens sono simili a Google Glass in quanto utilizzano la realtà aumentata ma differiscono in quanto sono anche un dispositivo olografico. Allo stesso modo, sono simili all’Oculus Rift in quanto offrono un’esperienza immersiva e differiscono per il fatto che fondono questa esperienza con la realtà intorno all’utente.

hololens5

La storia ci dice che l’innovazione avviene quando più tendenze tecnologiche si incontrano e gli HoloLens sembrano fare proprio questo. Inoltre, non sono solo un paio di occhiali, ma un computer completo indossabile, con una CPU e una GPU. Il team che gli ha creati li descivono umilmente come il computer del futuro e la parte migliore è che dovrebbe essere disponibile in tempi paragonalbili all’uscita di Windows 10.

hololens1

Su questo blog abbiamo spesso parlato di sistemi AR che possono offrire un approccio più intuitivo alla modellazione 3D, al fine di creare oggetti da stampare in 3D. Questo è qualcosa che già succede nei reparti R & S delle imprese più avanzate; anche Elon Musk di Space X ha dichiarato di usare sistemi di realtà virtuale e aumentata per prototipare i  componenti dei razzi, prima di inviarli a una stampante 3D che li sinterizzi.

Per quanto Microsoft propone gli HoloLens anche e soprattutto come un dispositivo videoludico, mostrando un mondo di Minecraft olografico in un soggiorno, è probabile che il gioco sarà solo una piccola parte del suo potenziale. La stessa cosa è successa con Kinect: è stato lanciato per i videogiochi e alla fine è stato e viene ancora usato per tutt’altro. In particolare Kinect viene usato molto per la creazione di modelli da stampare in 3D e la stessa cosa – se guardate dal secondo 1:15 a 1:20 del video – è probabile che accada con gli HoloLens.

Infatti Microsoft ha creduto nella stampa 3D consumer dall’inizio, quando ne ha integrato il supporto nel suo sistema operativo Windows 8 e ha iniziato a vendere stampanti MakerBot 3D nei suoi negozi. Non dovrebbe essere una sorpresa che l’azienda veda la stampa 3D come un modo per far diventare reale qualunque cosa che possa essere visualizzata e creato nel mondo virtuale.

Altrettanto è chiaro che sarebbe stato impossibile parlare di un sistema olografico, oggi, senza menzionare la stampa 3D e questa è una grande vittoria per l’industria verso il suo obiettivo di aumentare la consapevolezza popolare. Ora Microsoft dovrà vedersela anche con HP e con il suo ecosistema “blended reality”.

hololens3

Altre applicazioni spazieranno dalla suola a medicina, ingegneria e progettazione architettonica. Probabilmente gli HoloLens faranno venire meno la nausea rispetto all’Oculus Rift e avranno più applicazioni pratiche dei Google Glass. Sembra che questa volta Microsoft abbia battuto la concorrenza. Almeno fino a quando Apple non annuncerà il visore che sta sviluppando da quando ha acquisito PrimeSense – i creatori del Kinect – lo scorso anno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...