FabLabIl, un’oasi per la stampa 3D in Israele

Per un piccolo paese che ospita il più grande produttore di stampante 3D al mondo, Israele è molto attivo sul fronte della “produzione personalizzata”, e gran parte del merito va a Ohad Meyuhas, fondatore di FabLabIl e del Post-Secondary Education Program Manager di Stratasys. Da qui, infatti, parte quella che può essere considerata l’evoluzione dei Fab Lab.

FabLabIl3

Dopo aver conseguito la laurea in architettura con lode presso l’Accademia Bezalel di Arte e Design di Gerusalemme nel 2010, Ohad Meyuhas ha frequentato il IAAC (Institute for Advanced Architecture Catalunya), dove ha conseguito il master. Ha poi lavorato per stabilire la rete di Fab Lab in Israele e finora i suoi sforzi hanno portato a tre diversi laboratori a Tel Aviv, Gerusalemme e Haifa. Queste attività sono focalizzate verso l’introduzione della fabbricazione digitale nel sistema scolastico israeliano e alla creazione di una crescente consapevolezza, da parte del pubblico, riguardo ai vantaggi della prototipazione rapida. In Haifa, ciò ha comportato la nascita del Wanger Family FabLab al Museo MadaTech e all’apertura di un altro laboratorio a Gerusalemme.

FabLabIl4

Ohad si sta al momento dedicando principalmente al FabLabIl (Fab Lab Israele), che ha co-fondato e co-gestisce, situato nel quartiere Jesse Cohen a Holon, nella parte meridionale della città. I suoi progetti di ricerca includono esplorare il rapporto tra fabbricazione digitale e istruzione, e di come queste nuove tecnologie possono incidere sulla nostra vita quotidiana. Il Fab Lab opera come un centro educativo e di attività per tutta la comunità in uno dei quartieri più poveri di Tel Aviv, organizzando varie attività per gli anziani e per i più giovani, offrendo tutti gli strumenti di per la prototipazione rapida richiesti dalla rete internazionale del MIT.

FabLabIl1

Questo significa la possibilità di utilizzare un taglio laser di grandi dimensioni (130×130 mm) a 3,5 NIS (circa 0,70 euro) al minuto; una macchina industriale per la fresatura CNC (152x274x60 mm) al prezzo di 4,5 NIS (circa 90 euro) per minuto, una macchina plotter a 2 NIS al minuto. Anche se il Fab Lab è focalizzato sull’insegnamento di tutte le forme di produzione digitale, la stampa 3D ricopre al suo interno un ruolo fondamentale, con un buon numero di stampanti 3D FFF è presente in grado di supportare sia PLA che ABS e, in aggiunta, costi di utilizzo piuttosto contenuti – 50 NIS (circa 10 euro) per un’ora di stampa.

FabLabIl5

Il FablabIl collabora anche con ArtLab, il Centro israeliano per l’arte digitale che si trova anche a Holon, su progetti come Fine Mechanics e diversi studi sui vari approcci per l’utilizzo della tecnologia nel campo delle arti. La mostra ha segnato anche la costituzione di un gruppo di artisti che operano in un ambiente creativo e di ricerca all’interno dei FabLab, e si sforzano di condurre il pensiero critico-artistico e processi creativi attraverso la tecnologia. Anche perchè questo è esattamente l’obiettivo che tutto il mondo della stampa 3D – dalle grandi aziende ai makers – deve condividere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...