3D RACERS. Hands on in anteprima a Milano da Yatta!

La data di debutto della campagna di crowdfunding su Indiegogo per il progetto “3D Racers” inizia ufficialmente oggi ma noi siamo andati a visionare in anteprima i prototipi sia delle macchine sia del software che ne permetterà il controllo della corsa presso la sede del makerspace Yatta!

Per chi non sapesse di cosa parliamo citiamo testualmente il comunicato stampa diffuso :”3D Racers è un gioco di corse automobilistiche in miniatura, con auto guidate tramite Smartphone e realizzate interamente tramite stampa 3D. Grazie alla stampa 3D è possibile personalizzare il proprio veicolo e crearlo con le forme e colori desiderati in infinite combinazioni: ogni auto è unica!
3DRacers vuole essere l’incontro tra i videogiochi moderni e i giocattoli tradizionali, portando le dinamiche e l’intrattenimento dei videogame anche nel mondo reale: con classifiche in tempo reale, pit­stop, modalità battaglia e altro ancora. Inoltre 3DRacers è anche uno strumento formativo: contenuto all’interno di ogni macchinina c’è infatti un Arduino, che può essere riprogrammato facilmente per creare nuovi giocattoli

3D Racers presentazione  3D Racers presentazione

Ad introdurci nel progetto 3D Racers sono stati i ragazzi di Yatta con il supporto in videoconferenza di Marco D’Alia portavoce del team di sviluppo. Numerosi i makers intervenuti che occupavano almeno la metà delle sedie disponibli, indice questo dell’interesse suscitato nella comunità dell’iniziativa.

Interessanti le informazioni diffuse in anteprima che riguardavano sia il progetto (abbiamo potuto visionare la beta della scheda arduino che verrà utilizzata per l’elettronica dell’auto) sia le modalità con le quali i membri di 3D Hubs potranno divenire stampatori ufficiali di 3D Racers e quindi distributori sul territorio nazionale dei modelli d’auto stampati. L’accesso al servizio non sarà infatti permesso a tutti ma solo a coloro che rispetteranno dei canoni ben definiti (ma non ancora diffusi) di qualità sia relativa ai macchinari utilizzati sia relativa ai materiali impiegati. Questo per garantire agli acquirenti dei prodotti la giusta qualità del servizio. Solo alcuni stampatori saranno quindi accreditati come abilitati a dar vita alle macchine di 3D Racer.

Ricordiamo che la rete mondiale 3D Hubs conta oltre 10.000 stampatori 3D in tutto il mondo, 600 dei quali ubicati in Italia. 3D Racer quindi potrà contare su una rete di produzione che attualmente non ha paragoni nel mondo dell’industria dove nessuna azienda risulta avere a disposizione un numero simile di fabbriche per i propri prodotti.

3D Racers presentazione  3D Racers presentazione

Toccato con mano il prodotto (seppur in una versione beta) possiamo dire che il progetto si presenta già in avanzato stato di sviluppo. Le auto appaiono funzionali ed esteticamente accattivanti già in questa loro veste assolutamente prototipale. Banco di prova per verificare quanto “l’uomo della strada” potrà personalizzare i modelli a proprio piacimento sarà il software web di modellazione che lo staff di 3D Racer annuncia come estremamente intuitivo ed in grado di supportare ottimamente tutti gli utenti che non hanno alcuna esperienza di modellazione 3D.

La scheda Arduino che abbiamo potuto visionare appare ben integrata nella scocca dell’auto anche se ancora acerba per alcune sue funzionalità come ad esempio l’interfaccia bluetooth che pare non funzioni a pieno regime. I test sul controllo delle auto li abbiamo infatti effettuati usando un controller radio anch’esso stampato in loco e dotato di una scheda Arduino dedicata. Una nota curiosa è data dal motorino che muove i modelli delle auto che pare sia mutuato dal sistema che permette ai cellulari che utilizziamo tutti i giorni di vibrare al ricevimento di una chiamata.

“Creatività dal basso”
Nessuna informazione è stata diramata nè sui “famosi” power up che ogni utente potrà aggiungere alla propria auto per potenziarne le prestazione nè se vi saranno elementi extra quali ad esempio dei contagiri da posizionare in pista durante le gare o altro. Ovviamente essendo tutto il progetto basato su piattaforma open sarà fondamentale la propositività “dal basso” degli utenti che decideranno di farsi coinvolgere nella produzione e nello sviluppo di 3D Racer. Gli elementi per un successo ci sono tutti a mio parere… primo banco di prova sarà determinato dal raggiungimento – almeno – del capitale richiesto su Indiegogo per ottimizzare il progetto e dare il via ad una produzione di massa; se questo traguardo verrà raggiunto poi la parola passerà alla community che ne decreterà definitivamente la sorte.

3D Racers presentazione 3D Racers presentazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...