Il Progetto Carapace esplora gli esoscheletri facciali stampati in 3D

Mhox è uno studio design italiano che si è già fatto notare nel campo della stampa 3D soprattutto grazie a due progetti realizzati insieme al service di stampa 3D professionale CRP Group: le Ortesi indossabili personalizzate e le fibbie stampate in 3D per le cinture del brand Scunzani, realizzate con software generativo. Il nuovo progetto unisce le esperienze in questi due campi per dar vita a CARAPACE PROJECT, quello che Filippo Nasetti, designer di MHOX, mi ha descritto come “un nuovo brand di prodotto basato su sintesi biodigitale, customizzazione della forma, 3d printing e protesica futura. A questo brand – spiega Nasetti – sono intestati tutti i crediti artistici, intellettuali e commerciali delle maschere Carapace”.

CARAPACE_portrait_vidiam_06

La ricerca scientifica e tecnologica contemporanea sta trasformando il modo in cui l’uomo si rapporta al proprio corpo. Biologia sintetica, prostetica avanzata, biohacking lasciano immaginare scenari futuri di trasformazione e ridefinizione fisica, sotto il profilo estetico e performativo. In questa direzione, Carapace è una possibile evoluzione del corpo umano in cui placche rigide simili agli esoscheletri di crostacei ed insetti integrano e trasformano distretti sensoriali: gli occhi, le orecchie, il naso, la bocca. A questa visione si ispira la collezione di maschere Carapace: fossili di un futuro possibile, una volta indossati questi oggetti confondono il limite tra estensione naturale e protesi artificiale.

CARAPACE_portrait_vidiam_03

CARAPACE PROJECT prosegue la ricerca di MHOX su design generativo, sintesi biodigitale, protesica e customizzazione. Il pattern Carapace è ispirato alla microstruttura degli esoscheletri di crostacei e insetti. Cresciuto biodigitalmente attraverso una simulazione generativa, differenzia le aree degli oggetti consentendo di modularne struttura, rigidezza, permeabilità.

La collezione di maschere Carapace include due oggetti. Il primo, Audiam, in latino significa “io udrò”. La maschera Audiam è il fossile di una evoluzione dell’area dell’udito. Il lobo occipitale del cervello, sede della visione, si espande trasformando il rapporto con l’orecchio e il senso dell’udito, definendo una nuova condizione di iperconnessione. Il secondo, Vidiam, in latino significa “io vedrò”  la maschera è il fossile di una evoluzione dell’area della vista. Una possibile trasformazione causata dalla pressione di un ambiente sovraesposto e da un’esigenza di protezione tramite occultamento identitario.

CARAPACE_portrait_audiam_01

La collezione di maschere Carapace si divide anche in due linee di prodotto: maschere Mater e maschere Replica.
Mater è la linea di alta gamma: personalizzate sulla scansione 3D anatomica del volto del portatore, queste maschere sono realizzate come oggetti unici tramite la fabbricazione additiva di CRP Technology con materiali per sinterizzazione laser Windform. Questi – come i lettori di questo sito probabilmente sanno già –  si caratterizzano per le loro proprietà meccaniche ed estetiche, che li rendono unici e particolarmente apprezzati in settori come motorsport e aerospazio. Le maschere Mater verranno realizzate in Windform LX 2.0 e Windform GT, materiali a base poliammidica caricati con fibre di vetro. Le maschere Replica non sono personalizzate e vengono prodotte in nylon standard. Il materiale bianco e semitrasparente rimanda a uno stadio fetale di crescita dell’esemplare che poi assumerà progressivamente la forma del volto del portatore.

CARAPACE_still_mater-audiam_1

Un pensiero su “Il Progetto Carapace esplora gli esoscheletri facciali stampati in 3D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...