Speciale 3D Print Hub: ecco la DeltaWASP 2040 Turbo, che stampa a 600 mm/s

Oltre a essere italiana, WASP è un’azienda che ci piace molto anche per la sua missione di risolvere molti dei problemi del mondo attraverso la stampa 3D, ma soprattutto perché produce stampanti delta che sono tra le migliori al mondo. Abbiamo avuto la possibilità di provare la DeltaWASP 2040 ed è stata una bella esperienza, quindi siamo entusiasti della nuova versione Turbo, che promette velocità di stampa fino a 600 mm/s e velocità di spostamento fino a 1000 mm/s. Se vi sembra impossibile guardate il video qui sotto.

Uno degli aspetti migliori di WASP è che non hanno mai sacrificato la qualità di stampa per i miglioramenti in termini di velocità e dimensioni, quindi è molto probabile che la nuova DeltaWASP 2040 Turbo sarà in grado di raggiungere questi risultati e allo stesso tempo realizzare oggetti di alta qualità. La prima occasione per scoprire se sarà così è la fiera 3D Print Hub, che si terrà a Milano dal 5 marzo al 7, dove la nuova macchina verrà ufficialmente svelata (se siete interessati a partecipare, contattateci via mail che abbiamo dei biglietti scontati per voi).

Per permettere al braccio delta di raggiungere una maggiore fluidità a velocità più elevate, WASP  ha modificato il suo firmware Marlin per controllare una scheda PCB ridisegnata con un processore RISC a 32 bit in grado di eseguire fino a 82 milioni di operazioni al secondo.

“Nella comunità open source, non siamo riusciti a trovare le schede più potenti,” ha detto il fondatore di WASP Massimo Moretti. “Tutto il firmware è stato scritto per Arduino Mega e questo ci ha portato a intraprendere un lungo processo di ricerca e sviluppo. Tutto il nostro lavoro è stato documentato e condiviso con la comunità open source, per ‘restituire’ alcune delle conoscenze che abbiamo acquisito fino ad ora.”

La nuova scheda è stata testata su un normal DeltaWASP 2040 e i risultati sono stati subito promettenti, portando la velocità media di 250-300 mm/s fino a quasi 1000 mm/s. Il particolare sistema delle DeltaWASP, con il motore “sospeso” sopra l’estrusore e sorretto da elastici che smorzano le vibrazioni ha consentito di mantenere gli standard di qualità della stampante 3D praticamente invariati.

Come accade per molte delle innovazioni di WASP, questo passaggio evolutivo è un risultato diretto del lavoro dell’azienda sulle stampanti 3D BigDelta di grandi dimensioni. Quello che è l’obiettivo a lungo termini del fondatore di WASP, Massimo Moretti, spesso permette di trasportare le conoscenze acquisite direttamente alle più piccole stampanti 3D commerciali.

In questo caso, il team si era trovato ad affrontare il fatto che una scheda Arduino Mega non era più in grado di gestire la meccanica della BigDelta. Non trovando altre schede che potessero soddisfare questi requisiti, Dennis Patella di WASP ha sviluppato il processore RISC a 32 bit con la potenza di elaborazione di 10 dei processori usati in precedenza, mantenendo i requisiti di alimentazione al minimo per evitare il surriscaldamento. Il lavoro ha pagato e la nuova DeltaWASP 2040 Turbo potrebbe essere possibilmente una delle stampanti 3D FFF più veloci sul mercato mondiale. Non male come obiettivo a breve termine.

Delta2040turbo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...