Spring ci spiega come valutare i diversi materiali per FDM professionale

Prosegue la collaborazione di IL REPLICATORE e 3Discover.it con le aziende protagoniste della stampa 3D. In questo intervento,  anche attraverso un breve filmato, la società Spring di Monteviale (VI) spiega le principali caratteristiche dei materiali di prototipazione con tecnologia FDM.

Una delle potenzialità maggiori della stampa 3D risiede nelle caratteristiche dei materiali stampabili ed utilizzabili nei processi di Rapid Prototyping e Additive Manufacturing. La possibilità di avere a disposizione materiali con prestazioni elevate e che possano rendere possibile la creazione di parti funzionali è uno dei fattori che influisce e influirà sempre più nella diffusione dell’impiego della tecnologia dal punto di vista industriale e manifatturiero.

Spring_srl_1

Stratasys Ltd azienda statunitense leader nel mercato delle stampanti 3D professionali con tecnologia Fused Deposition Modeling offre svariati filamenti termoplastici con caratteristiche e indici di resistenza che consentono la prototipazione di parti finite funzionali e prodotti destinati al mercato con caratteristiche adeguate alle richieste del mercato e delle aziende produttrici di beni e manufatti.

La posizione in un contesto competitivo a forte innovazione, così come le dinamiche veloci e interconnesse tipiche del mondo della fabbricazione additiva, rendono molto spesso poco chiaro lo sviluppo e i vantaggi di una tecnologia rispetto ad un’altra. Per le aziende strutturate risulta spesso difficoltoso l’apprendimento di nuove conoscenze riguardo a materiali pensati per usi ed utilizzi in ambienti particolari e vincolanti (si pensi ad esempio all’utilizzo in ambito aeronautico  o di strumentazione medico-sanitaria).

Spring_srl_2

L’intento di questo video realizzato da Spring s.r.l. è proprio quello di spiegare in maniera semplice, diretta ed ironica alcuni dei maggiori vantaggi garantiti dai materiali disponibili per i sistemi di Additive Manufacturing. Nel video vengono mostrate alcune caratteristiche di spicco dei materiali usati dall’azienda vicentina, sottolineando come i materiali termoplastici possano orami essere considerati ottimali per la produzione di parti ed oggetti finiti, destinati alla funzione finale e al mercato.  Gli ambiti di impiego non si limitano più solo a prototipi di tipo estetico e di assemblaggio, ma a vere e proprie piccole produzioni, con un elevato grado di personalizzazione (l’articolo continua dopo il video).

I materiali mostrati nel corso del video sono in particolare: l’ABS-M30, l’ASA (resistente ai raggi UV, ideale per applicazioni “da esterno”), l’ULTEM9085 (certificato per utilizzo aeronautico, autoestinguente e ritardante di fiamma), il PC-ISO (certificato per utilizzo in ambito sanitario e alimentare), l’ULTEM1010 (biocompatibile, certificato per i settori alimentare, medicale e aerospaziale, resistente fino a 216°C).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...