Il primo MakerBot Innovation Center in Europa apre all’Università LIUC

In contrasto con le recenti notizie che vedrebbero il licenziamento di una parte dei propri dipendenti negli USA, Makerbot ,la società di Brooklyn acquisita da Stratasys si sta espandendo notevolmente oltreoceano, in Asia, Sud America e in particolare in Europa. Qui, con la direzione di Alexander Hafner, General Manager di MakerBot Europe, la compagnia sta aprendo il “Makerbot Innovation Center”, che, come Hafner stesso ci ha spiegato, è un elemento chiave nella strategia per la crescita della società.

I primi risultati arrivano con l’annuncio della nascita del primo MakerBot Innovation center, che verrà aperto entro poche settimane in collaborazione con l’Università Carlo Cattaneo LIUC, a Castellanza nel varesotto, area tra le piu densamente industrializzate del nord Italia. Sarà il primo spazio di questo tipo in Italia e in Europa.

Makerbot-farm-3d-printer

“L’apertura del MakerBot Innovation centre rappresenta una grande possibilità di crescita per gli studenti, i professori e l’ateneo dando la possibilità di creare innovazione e preparare gli studenti alle sfide che dovranno affrontare nel futuro”, ha detto Hafner. Il GM è ovviamente entusiasta, dopo mesi di duro lavoro con l’obiettivo di creare un collegamento con i principali centri accademici europei, nel vedere come si sta arrivando a capire quali saranno i vantaggi nell’introduzione di centri di stampa 3D di questo tipo.

Un MakerBot Innovation Center è un laboratorio che gravita attorno al sistema “MakerBot Innovation Center Management Platform”,  che aiuta a gestire e collegare tra loro un gran numero di stampanti, fornendo accessi da remoto, creando una gestione delle code di stampa ed avviando un processo di produzione di massa di oggetti stampati in 3D. Il centro che sarà inaugurato alla LIUC conterrà un cluster di 20 stampanti (tre Replicator Mini, 12 Replicator e 5 Z18, la versione più grande della gamma), oltre ad altri . Le stampanti e il supporto tecnico saranno forniti da Energy Group, uno dei piu grandi distributori di Stratasys e rivenditore “Gold” MakerBot.

mkrbt inn center

Grazie al supporto di numerosi imprenditori locali, situata in una delle aree più produttive d’Italia, LIUC offre corsi di laurea in economia, legge e Ingegneria. Ovviamente gli studenti di ingegneria saranno quelli che beneficeranno maggiormente di questo investimento.

“Dal prossimo anno accademico i nostri studenti di ingegneria avranno la possibilità di mettere alla prova le proprie capacità nella progettazione e prototipazione di nuovi prodotti, in un contesto simile ad una startup” ci spiega Luca Mari, direttore del progetto SmartUp – Laboratorio di fabbricazione digitale e professore in ingegneria industriale in LIUC. “Il MakerBot Innovation Center – aggiunge – ci permetterà di continuare a sviluppare le attività attualmente proposte da SmartUp, dando ai nostri studenti una concreta opportunità di toccare con mano le tecnologie della digital fabrication che condizionerà il futuro delle imprese”.

SmartUp, laboratorio di fabbricazione digitale è stato finanziato a livello pubblico grazie al supporto della provincia di Varese da “unione industriali della Provincia di Varese” con l’obiettivo di diffondere la cultura della fabbricazione digitale. Entrambe le istituzioni sono direttamente coinvolte nelle attività dell’università in quello che è un esempio di collaborazione tra accademia e industria, collegati attraverso la stampa 3D.

makerbot_innovat

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...