EUMAKER regala filamenti al PLAST, ma è solo la punta dell’iceberg

EUMAKER regala il suo materiale: non si tratta di uno scherzo, ma di un’offerta promozionale davvero impressionante che la società ha messo in atto all’ultimo PLAST a Milano (uno dei più grandi eventi per i materiali plastici). Tuttavia, il lato sorprendente è che si tratta solo della proverbiale “punta dell’iceberg”, visto che EUMAKER ha in serbo una serie di novità stupefacenti.

EUMAKERS1

I filamenti restano, ovviamente, il core business – vista anche la recente joint venture tra EUMAKER e il produttore di plastiche SMP – ma il team sta anche guardando a nuove evoluzioni che hanno tutto il potenziale per lasciare il segno nel mercato dei materiali per la stampa 3D.

EUMAKERS3

È qui che il progetto Rigenera entra in gioco: fondato oltre dieci anni fa, è proprietà di SMP e ha come scopo la produzione di materiali rigenerati da rifiuti di polietilene industriali. Questa iniziativa “green” ora è parte integrante delle nuove attività di EUMAKER, che sta già usando le competenze del team Rigenera per trovare nuovi modi per riciclare e rigenerare i filamenti.

EUMAKER è stat fondata da Demi Sfregola, nipote del fondatore di SNP Cosimo Damiano Sfrecola. Il progetto raccoglie in sé l’intera gamma di possibilità offerte oggi giorno dalla stampa 3D, sia a livello B2C che consumer. La vendita on line di filamenti è già iniziata, con spedizioni gratuite in tutto il mondo per ogni ordine di quattro bobine o più, ma il programma “di lancio”  culminerà il prossimo settembre con l’apertura di un negozio da 200 metri quadri nel centro di Bari.

Anche il nome EUMAKER contiene molto di più di quello che sembra: può essere interpretato nel senso europeo Unione Maker e un “You Maker”, ma il significato reale è più affascinante. Il suffisso “eu”  deriva infatti dal greco, e significa “dolce” o “bello” – come nei termini “euforia” (sensazione bellissima) ed “eufonia” (suono dolce).

EUMAKERS7

Pensiamo che la stampa 3D sia il futuro per i materiali plastici, e non solo“, ha spiegato Demi. “Abbiamo ricevuto una quantità incredibile di richieste per i nostri prodotti e per aprire negozi in Italia ed Europa; vogliamo utilizzare i nostri oltre 60 anni di esperienza in questo campo per aiutare a costruire il futuro della stampa 3D e un mondo più sostenibile“.

I consumatori di tutto il mondo presto potranno usufruire di numerosi altri servizi targati EUMAKERS e basati sulla tecnologia a getto di 3D Systems (quella della Projet 660 Pro, per intenderci). Tra questi, ci sono il servizio di prototipazione rapida Prototypize, la possibilità di creare modelli 3D da una qualsiasi immagine e 123doodle, per fare sculture basate sui disegni dei bambini. E infine, i imini3D, ovvero delle statuette in miniatura di persone reali.

Se da un lato SMP gestisce un modello di business consolidato, EUMAKERS rappresenta un passo verso il futuro della produzione; una cosa realmente necessaria nelle regioni meridionali dell’Italia (come per l’appunto la Puglia), dove la recente crisi economica ha colpito in maniera più dura. E imprenditori disposti a scommettere sul futuro come Demi Sfregola sono gli unici a poter dare il via a questo cambiamento.

EUMAKERS6

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...