Blokko, una nuova piattaforma di esplorazione tra storytelling e stampa 3D 

La stampa 3D si spinge oltre la ricerca, toccando in maniera innovativa, il campo del merchandising, più libero e svincolato da limiti materiali e spaziali.

La formula coinvolge l’utente in un’esperienza vincente in cui la co –partecipazione e l’intrattenimento del prodotto risultano essere gli ingredienti perfetti. Un esempio è “Necrovirus”, un gioco stampato interamente in 3D che permette una versione accessibile che può essere stampata in 3D.

Percorrendo sempre l’area dell’intrattenimento, “Blokko” rappresenta un primo esperimento che coinvolge lo storytelling e il merchandising co – creativo.

blokko 4

Si tratta di un nuovo e ardito progetto fondato da Vince Dorse e Prad Lal che intende espandere l’esperienza dell’utente in tutta la storytelling sfruttando il processo di stampa 3D. Il fine è offrire una piattaforma tematica e commerciale dove gli storytellers possono pubblicare dei contenuti e collaborare con la community dei designers 3D cosi da creare prodotti direttamente relazionati al IP’s.

Attualmente la piattaforma è in fase di beta testing, ma il concept è molto semplice e una volta collaudato riscontrerà sicuramente alti consensi attirando l’attenzione di designers e non.

Una volta entrati si ha la possibilità di effettuare una selezione tra due categorie principali: racconti e giocattoli. La prima categoria, “Racconti”, permette di accedere a una lista di pagine di informazioni riguardo a diversi libri di fumetti e racconti. Attualmente è estesa a sei titoli che includono: Leo the Maker Prince, Shadow Hunters and Untold Tales of Big Foot, libri di avventura creati dal co-founder di “Blokko”, Vince Dorse. Da qui si può accedere a diversi capitoli, all’intera storia o semplicemente connettersi al sito della storia e dell’autore.

blokko1

Se si sceglie la voce “Giocattoli” si trova una selezione di personaggi 3D basati sui racconti e disegnati dalla comunità di “Blokko”. Puoi acquistare uno dei personaggi e riceverlo nel giro di pochi giorni. Ad esempio il personaggio di “The Untold Tales of Bigfoot”, alto 12,5 cm, costa 60 dollari. Se gli utenti hanno possibilità di stampare in 3D da casa propria possono scaricare il file e procedere loro stessi alla stampa.

Il fine è creare un archivio creativo che fa leva su una comunità mista di storytellers e designers, che possono contribuire alle risorse in comune vicendevolmente, secondo le proprie capacità e possibilità, permettendo di far confluire le idee in prodotti fisici attraverso la stampa 3D.

blokko3

Questa piattaforma co – creativa rappresenta un nuovo modo di intendere il merchandising in cui artisti indipendenti sono liberi di proporre e condividere le loro idee trasformandole in prodotti fisici.

La caratteristica di unicità e personalizzazione è una tendenza che sta prendendo sempre più importanza. In una società sempre più massiva la necessità di emergere incontra il valore dell’unicità che spinge a ricercare se stessi anche negli oggetti di cui ci circondiamo. Gli oggetti diventano estensioni di noi stessi.

Con le sue caratteristiche di onnipresenza e sperimentalità il processo di stampa 3D apre un nuovo capitolo di produzione del prodotto che, in futuro, assumerà sempre più valore co-partecipativo, virando verso una nuova filosofia di merchandising e una politica di consumo sempre più libera e “source friendly”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...