Le tavole da surf stampate in 3D di Disrupt cavalcano l’onda in Europa

Se una azienda ha la parola Disrupt nel suo nome, potete scommettere che I suoi prodotti avranno qualcosa a che fare con la stampa 3D, che è potenzialmente la tecnologia produttiva più dirompente  inventata dopo il fuoco.

Se poi si scopre che l’azienda produce tavole da surf, allora non è solo dirompente ma anche molto “figa”. E, apparentemente, il business model funziona poiché l’australiana  Disrupt Surfing sta ora esportando il suo modello di business ampiamente personalizzato, basato sulla tecnologia di stampa 3D nel Regno Unito dopo aver incontrato grande successo nel mercato asiatico.

Disrupt 3D printed surfboard3

“La sostra mission” spiegano a Disrupt, “è di aiutarvi a creare e condividere la propria tavola da surf personalizzata. Non dovete far altro che dirci tutto di voi, delle vostre abilità e di che cosa state cercando di ottenere con il surf. Usiamo la tecnologia di progettazione e stampa 3D per creare una impostazione digitale della vostra tavola, voi dirigete  la progettazione, il design e le finiture e noi provvediamo a tutto il resto. Usiamo solo materiali della migliore qualità, duraturi ed eco-compatibili.”

Il processo inizia col cliente che fornisce I dettagli della propria tavola da surf personalizzata, per poter creare un file digitale.. Il rendering 3D della tavola personalizzata viene creato sulla base dei dettagliper produrre la tavola usando le termoplastiche ( cioè la tecnologia di fabbricazione a filamento fuso). Il modello è  raffinato mentre il design digitale 2D è caricato nella macchina di sagomatura  prima che sia vetrificato e spruzzato. La tavola finita, altamente personalizzata è poi consegnata a casa del cliente in qualunque parte del mondo.

Disrupt 3D printed surfboard7

Il processo che usa Shaper Studio 3D di Disrupt (attualmente ancora in fase di beta test) è in realtà molto intuitivo, veloce e divertente. Tutto quello che dovete fare è selezionare il vostro peso, abilità, età e poi selezionare la forma che preferite.  Aggiungete qualche colore, disegno, testo e accessori e avete finito. Poi basta chiamare Disrupt per avere la vostra unica tavola da surf.

Come ha riportato il sito web FutureSport , Disrupt è stata fondata nel 2014 da un insegnante di surf e istruttore di snowboard proveniente dal Regno Unito. L’azienda ha già creao 1500 tavole per clienti in Australia, Sri Lanka  e Hong Kong  e ora ha aperto un nuovo quartier generale nel Regno Unito. Mentre il mercato britannico servirà a Disrupt per allargare ulteriormente la propria base di clienti, non c’è dubbio che la produzione distribuita si sta rivelando un buon affare per le aziende australiane poichè la stampa 3D permette loro di valorizzare un prodotto rendendolo estremamente unico e allo stesso tempo valendo comunque la pena spedirlo in tutto il mondo.

Più di un anno fa abbiamo parlato di una società chiamata Flying Machines che usa la stampa 3D per produrre in Australia biciclette personalizzate  che poi spedisce in tutto il mondo. Sono ancora piuttosto unici nel loro modello di business e stanno crescendo velocemente con nuovi modelli e opzioni di personalizzazione. Le tavole da surf sono il prossimo passo e sicuramente sembra che il canale della stampa 3D non si seccherà a breve.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...