Esprinet Punta Sulla Stampa 3D, con un MiniSito dedicato per i Clienti

Quando si muove un colosso come Esprinet, gigante italiano della distribuzione di prodotti Hi-Tech, può significare solo due cose: che un prodotto o tipologia di prodotti è pronto per il mercato di massa o che ha il potenziale di diventarlo in tempi relativamente brevi. Adesso Esprinet ha deciso di cominciare a puntare anche sulla stampa 3D, stringendo accordi con Sharebot, Hamlet ed XYZ Printing e lanciando un minisito interamente dedicato alla stampa 3D per i propri clienti.

Mi ricordo, quando seguivo il mercato dei videogiochi, il momento in cui Esprinet ha deciso di iniziare a distribuirli – era, credo, il 2004 – partendo dalla partnership già in essere con Microsoft che aveva iniziato a puntare fortemente sulla sua piattaforma Xbox. Da quel momento il mercato è letteralmente esploso nel corso del decennio seguente, arrivando a superare ampiamente il miliardo di euro di giro d’affari solo in Italia.

VideoGallery

Con la stampa 3D la situazione è radicalmente diverse perché, a differenza dei videogiochi, il mercato italiano non è 10 anni dietro quello americano ma al massimo 1 o 2 nel segmento consumer e su certe aspetti – professionali e prosumer – è anche più avanti. Quindi in questo caso si tratta più di una scommessa per Esprinet che però ha le spalle larghe quanto gli oltre 2,2 miliardi di fatturato annuo dell’ultimo bilancio.

Dopo gli accordi commerciali con XYZ e Hamlet, con Sharebot l’azienda sta provando a creare una collaborazione che aiuti i suoi clienti, che sono tra i riveneditori storici di prodotti Hi-Tech in Italia, a capire come sfruttare a pieno il potenziale di questa tecnologia e come ottimizzare le vendite, visto che i margini sono inevitabilmente ridotti per molte ragioni.

Contenuti & Video

Uno dei modi per farlo è quello di targetizzare segmenti specifici che includono gli studi professionali ed offrire loro un pacchetto completo che include corsi, assistenza e consumabili. Per incrementare la consapevolezza e le conoscenza di questa nuova tecnologia il distirbutore ha quindi creato un mini-sito dedicato all’interno del portale per i clienti, accessibile (per gli oltre 40,000 clienti del gruppo) a questo indirizzo.

All’interno si torveranno informazioni e video illustrativi ma non finisce qui. Esprinet e Sharebot (le cui stampanti sono già in vendita anche in catene della grande distribuzione come Media World) hanno in programma molte altre attività tra cui tour dedicati ed eventi in-store per spiegare al grande pubblico cosa è possibile fare con una stampante 3D.

Certo, ci vorrà ancora qualche tempo prima che i numeri di vendita giustifichino l’investimento di un colosso come Esprinet ma l’interesse c’è ed è tangibile. Moltissimi ormai hanno sentito parlare  di stampa 3D e sempre più persone stanno iniziando a comprendere che una stampante 3D permette di trasformare le loro idee in realtà. E questo concetto ha sicuramente un potenziale enorme.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...