Polyjet

La tecnologia di stampa 3D a “getto di materiale” è di fatto un’intreccio tra l’FDM e l’SLA. Sviluppato dalla Objet Geometries Ltd, società fondata da Rami Bonen, Gershon Miller e Hanan Gotalit nel 1998 e acquisita (attraverso una fusione) dalla Stratasys nel 2011, il processo Polyjet, che Stratasys usa per la sua linea di stampanti Eden, assomiglia molto alla stampa digitale tradizionale: una testina di stampa, infatti, spruzza resine fotoattive liquide, “disegnando” la sezione trasversale dell’oggetto.

2.6.1a - Polyjet - Stratasys - Objet500 Connex3

 

Queste resine vengono poi istantaneamente “curate” da un laser UV, come avviene nella SLA, solidificandosi. A questo punto la testina crea un nuovo strato e così via fino all’oggetto completo. I supporti sono realizzati attraverso un particolare gel solubile e, usando la testina per emettere solo la resina liquida necessaria a formare lo strato, questa tecnologia permette di realizzare anche oggetti con materiali di densità e colore differente attraverso una sua evoluzione chiamata Polyjet Matrix.

Printing-GIF

 

La più avanzata stampante 3D che sfrutta questo processo produttivo è la Objet 500 Connex 3, sempre di Stratasys, l’unica macchina in grado di produrre oggetti multimateriale (fino a 3 diverse densità) e multicolore (usando dieci diverse palette) in un una singola stampata. Stratasys produce decine di diversi materiali utilizzabili nelle sue stampanti 3D polyjet: questi includono termoplastiche (ABS) simil-gomma (rubber-like), resine biocompatibili, materiali dentali, rigidi, opachi, trasparenti e persino termoresistenti.

DNA-Underside-Quarter-Edit

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...